BLOG - paestum holidays

Paestum Holidays

incoming Campania
   Tel.+39(0)828 721107 info@paestumholidays.it
Paestum Holidays
......
Vai ai contenuti

Trekking wow nel Cileto

paestum holidays
Pubblicato da in eventi · 30 Luglio 2020

Sei un amante della natura e del turismo lento?

Il Cilento è il luogo ideale per le tue vacanze !!!
Il Cilento è una località che si trova in Campania, nella parte più meridionale della provincia di Salerno, conosciuto per il suo omonimo parco Nazionale, per l’ appunto, “il Parco Nazionale del Cilento e Vallo del Diano” è un luogo incontaminato e poco frequentato dal turismo di massa, molto apprezzato da chi pratica turismo lento e dagli amanti della natura.

Il Cilento interno è un luogo bellissimo dove la natura fa da padrona, potrai scoprire luoghi unici in sicurezza su sentieri trekking panoramici e immersi nel verde con una esperta guida gae.





Ecco alcuni esempi di trekking ed escursioni :

La Barberia dell’ 800, escursione adatta a famiglie con bambini
Visita il centro storico di Capaccio con ingresso  in un'antica Barberia dell'800 e trekking panoramico al castello di Federico II di Svevia.

Monte Soprano, percorso adatti a tutti
Trekking panoramico sul monte Soprano con partenza dal centro storico, sulla cresta potrai ammirare la costa del Cilento e Amalfitana. Percorso ad anello con rientro presso il centro storico.

Fiume calore, escursione consigliata per persone con leggera preparazione atletica
Alla scoperta del fiume Calore, un percorso dalla straordinaria bellezza naturalistica. Il percorso parte dal centro storico di Felitto con sosta presso una fabbrica artigianale di fusilli. Si costeggerà il fiume lungo il sentiero della vecchia centrale idroelettrica per arrivare all’area attrezzata Remolino, dove visiteremo le gole del Calore, possibilità di fare il bagno e pranzare con prodotti tipici.

Roscigno Vecchia, escursione per tutti
Visita Roscigno Vecchia, il paese fantasma all'interno del Parco Nazionale del Cilento e conosci il suo unico abitante. Da Roscigno si partirà con passeggiata naturalistica alla volta della sorgente del Sammaro in una gola di 1600 metri, possibilità di fare il bagno.




Curiosità, ecco le località che potrai visitare durati i percorsi guidati

Capaccio Capoluogo è un piccolo borgo nel comune di Capaccio Paestum, conosciuta anche come Capaccio Vecchio era il centro del comune fino agli anni ‘60, “abbandonato” quando si sviluppò la fascia costiera. E’ un luogo che negli ultimi anni ha subito un grande sviluppo anche a livello turistico. Apprezzato particolarmente dagli amanti del relax e della tranquillità. Il paesino caratteristico si erge su un altopiano abbracciato dai monti Soprano,Calpazio e Sottano. Tipiche sono le sue case nel centro storico, i suoi vialetti e la piazza, in particolare piazza Tempone con il suo bellissimo belvedere.Dal Tempone puoi ammirare la piana di Paestum e il mare, molteplici sono le attività di ristorazione che propongono cucina tipica del luogo.
Consiglio vivamente di fermarsi a degustare un piatto tradizionale in piazza Tempone, in serata, in compagnia di un magico tramonto.
Il comune di Capaccio Paestum è un luogo ricco di storia, conosciutissima è la famosa area archeologica di Paestum, meno conosciuto è il castello di Capaccio , espugnato durante la congiura contro Federico II di Svevia. In questo, infatti, trovarono rifugio alcuni congiurati, l’ esercito di Federico II assediò il castello per circa 3 mesi, riuscendo ad espugnarlo nel Luglio del 1246 quando tramite il sabotamento delle  cisterna  principale del castello i rifugiati rimasero senza acqua.Il castello è raggiungibile con un trekking dedicato, che include la visita ad un'antica barberia e al centro storico del paesino.



Il fiume Calore lungo 70 km nasce nel Monte Cervati, conosciuto anche come Calore Lucano, è considerato uno dei fiumi più puliti d’Europa, ospita una svariata fauna tra cui la simpatica lontra.Esistono vari percorsi naturalistici,il mio preferito è di sicuro quello con partenza dal centro storico di Felitto, piccole e tipico paesino del Cilento.Felitto è un luogo noto non solo per chi ama il trekking ma anche per i buongustai, infatti, in questo paesino di produce il tipico e omonimo fusillo , ovvero il Fusillo di Felitto con marchio IGP.Non molto lontano dal centro del paese, possiamo visitare l’oasi Remolino, uno dei luoghi più suggestivi del Cilento interno.
La diga della ex centrale idroelettrica, forma una piccola piscina naturale perfetta per fare il bagno, nei suoi pressi è presente un'area attrezzata con ristorante dove pranzare o cenare comodamente con piatti tipici. L’area Remolino è raggiungibile comodamente in auto, ma per godersi in pieno il luoghi e la  natura consiglio una piccola escursione naturalistica.
Ci sono molteplici sentieri lungo le Gole del Calore, per esperti e neofiti, ideali anche per bambini.Sono molte le attività che si possono praticare sul fiume, dal rating al canottaggio ad un semplice giro in pedalò.




Roscigno Vecchia è un piccolo borgo Cilentano tra i miei preferiti, è un luogo unico in Italia. Questo borgo è conosciuto anche come la città fantasma del Cilento, fu abbandonata per il rischio di frane, infatti il genio civile diede ordinanza di sgombero costringendo la popolazione a trasferirsi a Roscigno Nuova, dove potesse vivere in sicurezza.
Non puoi non innamorarti delle case fatte in pietra che abbracciano la piazza del paesino e la chiesa, una volta punto di ritrovo dei cittadini. Nel 2000 Roscigno Vecchia contava un’ solo abitante, Dorina una simpatica vecchietta, originaria del luogo,che rimase nel paese disabitato fino ai suoi ultimi giorni. Attualmente il paese è abitato da un’ altro pittoresco personaggio, Giuseppe, che vive in modo eremitico nella città fantasma, accogliendo i turisti a mo’ di cicerone.
Le sorgenti del Sammaro adiacenti a roscigno vecchia sono raggiungibili con  percorso trekking. Le sorgenti sono nella parte terminale di una gola di 1600 metri, sovrastante da un ponte di cemento ad arcata unica alto circa 150 metri, tra i più alti d’ Europa. I sentieri caratterizzati da alberi di faggi e castagni, sono accessibili a tutti, anche ai meno esperti accompagnati da guida. Non è raro incontrare la fauna del luogo come le lontre che popolano il posto o animali liberi al pascolo in particolare piccoli greggi di capre.
La vegetazione rende unico il paesaggio e si miscela in modo armonico con le sfumature azzurro verdi delle acque cristalline, dove la voglia di fare un bagno rinfrescante è così forte da non poter resistere alla tentazione.






Torna ai contenuti