BLOG - paestum holidays

Paestum Holidays

incoming Campania
   Tel.+39(0)828 721107 info@paestumholidays.it
Paestum Holidays
......
Vai ai contenuti

Segreti-lowcost- per Sorrento Amalfi e Positano

paestum holidays
VISITARE AMALFI,SORRENTO & POSITANO  LOWCOST, SI PUO’!!


La costiera della Campania è una delle più belle al mondo, una meraviglia naturale, resa unica dal mare cristallino e dai bellissimi borghi a picco sul mare.

Le località di Sorrento, Amalfi e  Positano sono  mete turistiche d’eccellenza per chi visita la bellissima Campania. Le piazze, i ristoranti e i negozi che affacciano sul mare sono veramente unici.
Sorrento, Amalfi e  Positano sono località tanto belle quante costose, estremamente costose,il loro fascino unico le rende però luoghi da visitare almeno una volta nella vita.

Ma come fare a visitare queste bellissime località riuscendo a salvaguardare il portafogli?

Sei nel posto giusto, ecco i segreti per visitare low cost le mete turistiche più famose del mondo.


Sorrento, Amalfi e Positano low cost.
I nostri consigli

1- Dove soggiornare ?

Come abbiamo detto precedentemente le località di Positano, Amalfi e Sorrento sono tanto belle quanto costose. Soggiornare in una di queste località è costosissimo, una notte in b&b costa in media intorno ai 110 euro in bassa stagione e 150 in alta stagione.
Vi consigliamo di soggiornare in altre località come Paestum e Agropoli.
Un soggiorno a Paestum è di circa 40 euro a notte in b&b e poco più di 20 euro a notte in appartamento

La nostra proposta per soggiornare a Paestum cliccaqui


2-Come muoversi ?

Le località di Positano, Amalfi e Sorrento sono molto caotiche in particolare in alta stagione, il traffico potrebbe rovinare le tue vacanze,passare un'intera giornata imbottigliati nel traffico non è molto rilassante.
Inoltre,  parcheggiare in queste località è veramente costoso, un parcheggio può costare ben 5 euro all’ ora.

Come evitare il traffico? i mezzi pubblici sono la soluzione ideale, la metrò del mare è una linea pubblica di autobus, aliscafi e traghetti che serve le maggiori località turistiche costiere.

Se soggiorni a Paestum puoi prendere la Metrò del Mare ad Agropoli, sbarcare ad Amalfi e da qui dopo aver visitato Amalfi,raggiungere Positano via mare, conclusa la vista puoi rientrare con il traghetto comodamente a Agropoli, al costo irrisorio di circa 29 euro.

Arrivati a Positano o Amalfi potete scegliere di visitare Sorrento al costo di
circa euro 16 anche questa volta via mare con aliscafo.

3- cose da non perdere

Siamo arrivati al centro del nostro articolo, cosa vedere? quali sono i luoghi da non perdere a Positano Amalfi e Sorrento ?

Il primo consiglio è sull’ abbigliamento: scarpe comode e berretto per il sole, ed ovviamente non dimenticate di portare una borraccia per l’acqua. Ora, siete pronti per visitare la costa più bella del mondo rigorosamente a piedi, non ce altro modo.

Iniziamo dalla bella Amalfi,
I luoghi da non perdere per una visita veloce ad Amalfi sono di sicuro il Duomo e la Cartiera.

Giungendo nella piccola piazza del borgo di Amalfi, il Duomo sorge sulla sommità della scalinata in modo suggestivo. Incantevole è il mosaico colorato che ricopre la facciata esterna della struttura. Una foto ricordo con il Duomo alla fine della scalinata non può non mancare, ormai rito d’obbligo per chi visita Amalfi. Interessante è la visita del complesso monumentale di Sant’ Andrea (biglietto euro 3 )



Un luogo unico è il museo della Carta, un’ antica Cartiera.
La Cartiera risale al 1300, non è solo un luogo da non perdere ma una vera e propria esperienza. L’ ingresso è di circa 7 euro, una guida vi accompagnerà passo dopo passo, tra un secolo all'altro alla scoperta della lavorazione della carta Amalfitana.
Potrete ammirare i vecchi macchinari ed il loro funzionamento ad acqua.



Positano

Che dire di Positano? la costa è da togliere il fiato, è un borgo unico in particolare nelle ore serali. La prima cosa che ti chiedi, quando ti trovi davanti a una tale bellezza è: " quanto grande possa essere il genio dell'uomo che ha costruito in maniera così armonica una cittadella letteralmente arrampicata sugli scogli a picco sul mare?!."
Quindi, non rimanete sorpresi per i bellissimi negozi di moda e gallerie d’arte conosciuti in tutto il mondo che riempiono Positano.

Da visitare assolutamente è la Chiesa di Santa Maria dedicata a Santa Maria Assunta, patrona della città.
La chiesa è piccola ed in stile neoclassico dai colori che richiamano il mare.
Nella navata centrale è collocata  una splendida icona bizantina della Madonna nera con il bambino, che arrivò a Positano nel XII secolo grazie ad alcuni monaci benedettini. Secondo una leggenda, l’icona si trovava a bordo di un veliero che, al largo di Positano, si bloccò per mancanza di vento. Dopo vari tentativi inutili di proseguire, i marinai sentirono una voce che diceva: "Posa, posa!”. Il capitano interpretò il prodigio come volontà della Vergine di restare in quel luogo e decise di dirigersi verso terra; a quel punto la nave riprese a muoversi, per cui i marinai consegnarono l’ Icona agli abitanti di Positano, i quali la elessero loro protettrice.



Sorrento

Sorrento è raggiungibile facilmente via mare da Amalfi e Positano, grazie i vari traghetti con le loro molteplici linee giornaliere.

Appena arrivati a Sorrento, fermatevi a prendere un caffè in piazza Tasso, piazza conosciuta per il suo fantastico panorama sul mare.

Dopo un piccolo break siete pronti per un'avventura alla scoperta di Sorrento luogo ricco di monumenti.


Il complesso conventuale di San Francesco d’Assisi formato dalla chiesa, dal chiostro e dal monastero con la facciata di marmo.



La Basilica di Sant Antonio Abate dedicata al Santo che ha protegge la città dalle epidemie e calamità.Risalente all’anno mille è articolata in tre navate, al centro vi troviamo la statua del Santo e all'ingresso le ossa del cetaceo che celebrano il salvataggio di un bambino inghiottito da una balena da parte del Santo.

Duomo di Sorrento  in stile romanico è stata ricostruito su antico luogo di culto ed è dedicata ai Santi Filippo e Giacomo.

Un luogo da non perdere se visiti Sorrento è il Vallone dei Mulini, risalente a circa 35.000 anni fa. Il vallone deve la sua origine ad una  violenta eruzione e ai successivi processi di erosione ad opera dell’acqua.All'interno del vallone si vedono i ruderi un un vecchio mulino, utilizzato fino ai primi del ‘900 per macinare il grano, di una segheria e di un lavatoio pubblico.


Una piccola curiosità.
Sorrento vanta un'antichissima tradizione del intarsio del legno, infatti sono presenti a Sorrento varie botteghe e il museo della Tarsia Lignea luogo da visitare.

Vuoi visitare la magnifica costiera della Campania o fare una vacanza all’ insegna del mare, del relax e dello shopping, puoi contattarci e noi creeremo un pacchetto personalizzato per la tua vacanza da sogno ad un prezzo veramente vantaggioso clicca qui






Torna ai contenuti